Gli strumenti per la Business Intelligence: il contapersone

People Counter Occupancy Monitor

I dati necessari per potenziare il retail fisico

La trasformazione digitale è ormai una realtà avviata. I dati sulle attuali attività commerciali portano come prima certezza quella che il mondo, ormai, è costantemente digitalizzato e la maggior parte delle volte connesso al Web. Chi non lo è, gioca in svantaggio.

Le sfide di un mercato così virtualizzato non sono poche e, senza la giusta preparazione e gli strumenti adatti, è facile non veder brillare le performance del proprio store, o essere di molto sotto gli standard desiderati.
Come può aiutare la Business Intelligence in questo? Quali strumenti aiutano nella raccolta dei dati, per consentire la cosiddetta Data Analytics?

Il contapersone e gli strumenti digitali

Partiamo con una piccola premessa: non tutti riescono a creare uno Smart Retail. Anche chi si propone di farlo, non sempre applica tutte le accortezze necessarie a rendere il proprio store “smart”.
L’errore più banale è quello di usare i dati in modo superficiale, oppure non calcolarli proprio. Lasciare accumulare pile e pile d’informazioni statistiche e numerali nei server, senza mai analizzarle a dovere.

Parliamo quindi degli strumenti digitali a disposizione dei negozi fisici, partendo dal contapersone. Detto in gergo tecnico “people counter”, è spesso la fonte primaria di dati relativi alla resa di un retail ed è parte primaria di una Business Intelligence.
Al momento della scrittura di questo articolo, il mercato relativo alla trasformazione digitale supera  venti miliardi di Euro in tutto il mondo. Gli investimenti annuali nel mondo ammontano ormai alla decina di miliardi, con un trend destinato a crescere.

Vediamo spesso questi Smart Object nei pressi degli store, per contare gli accessi, oppure all’entrata e uscita dei supermercati, per valutare il comportamento della clientela. Il loro uso può variare molto, dal semplice conteggio degli accessi, alla valutazione del tempo di permanenza ed altre applicazioni.

La business intelligence nelle grandi realtà

L’importanza del People Counter nella Retail
Analytics

Uno degli strumenti più sottovalutati, il contapersone è capace di generare un’enorme quantità di dati, permettendo di conteggiare l’affluenza e il tempo di permanenza. Con questa tecnologia è possibile valutare anche la Conversion Rate del negozio e le aree più interessanti per i clienti.

Grazie a questi dispositivi, in continua evoluzione, durante le fasi più critiche della pandemia è stato possibile far scattare allarmi in base al numero di clienti presenti. Rivelandosi strumenti versatili, ancora più delle previsioni, questi sono diventati una presenza quasi obbligatoria nei supermercati. Si vedono collocati spesso al passaggio dallo store alimentare alla zona abbigliamento, o quella tecnologica.

Gestione giacenze, previsioni di guadagno, ottimizzazione dello staff… l’applicazione di strumenti come il People Counter sono molto diversificate, ma è da affrontare un problema piuttosto ostico: l’interpretazione.
Ognuno ha il proprio lavoro e le proprie competenze. Gestire un negozio è già difficile normalmente, figuriamoci mettendo di mezzo numeri e statistiche. Per il lavoro della gestione dei dati, dunque, esistono aziende specializzate che aiutano i responsabili ad ottimizzare la gestione.

Aiutando i propri clienti con delle piattaforme adeguate di Business Intelligence e di semplice utilizzo, si sfruttano degli strumenti di pianificazione come grafici, indici statistici, previsioni su storici dei Punti Vendita, monitoraggio del magazzino e molto altro. L’obiettivo è suggerire conclusioni sui risultati raccolti e aiutare la transizione al digitale anche per i meno avvezzi.

La Retail Intelligence è ormai un aspetto fondamentale per riuscire a competere nel mercato sempre più virtuale e online che è la vendita al dettaglio. Come ogni grande passaggio d’epoca, anche il nostro periodo ci pone di fronte un cambio di rotta. Le giuste figure chiave possono giocare un ruolo fondamentale, aiutando ad adattarsi alle nuove realtà.

Come interpretare i dati della Business Intelligence

Se vuoi maggiori informazioni, non esitare a contattarci! Siamo a tua disposizione per qualsiasi esigenza.